San Martino Giuseppina “Siate, come lui, amici, fratelli e padri verso i giovani” (San Giovanni Paolo II) Parrocchia dei Santi Martino e Rosa - Giuseppini del Murialdo
articoli tratti integralmente dal mensile Vita Giuseppina organo ufficiale della Congregazione dei Padri Giuseppini del Murialdo
e-mail: conegliano@murialdo.org     webmaster: parsanmartino@gmail.com Parrocchia dei Santi Martino e Rosa - Via Fenzi 28 - 31015 Conegliano (Tv) - www.parrocchiasanmartinoconegliano.it (2014)
conegliano
18 MAGGIO 20 9LWD*LXVHSSLQD O 2016 "Quello che facciamo è soltanto una goccia nell’oceano. Ma se non ci fosse..." N el mese dedicato alla Madre di Dio è stato tanto gradita la recita del S. Rosario quotidiano presso  i vari capitelli della nostra parrocchia di Coneglia-no (TV), dedicata ai SS. Martino e Rosa. Inoltre è stato molto applaudito un gruppo di ragazzi di Pordenone “gruppo controcorrente” che ha messo in scena con entusiasmo, proprio davanti al nostro altar maggiore, in vista della festa di S. Leonardo Murialdo, il musi-cal “La matita di Dio”, dedicato alla vita della santa dei più miserabili dell’India, Madre Teresa di Calcutta.  “Quello che facciamo è soltanto una goccia nell’ocea-no. Ma se non ci fosse quella goccia all’oceano man- cherebbe”  (Madre Teresa). Non ci soffermiamo qui sull’esistenza eroica di questa santa dei nostri giorni, ma possiamo dire che la manife- stazione ha avuto un grande suc- cesso, coinvolgendo anche fedeli  di altre parrocchie della nostra  Forania. Per festeggiare il nostro  Santo Leonardo Murialdo abbia- mo avuto gradito ospite p. Tullio  Locatelli, consigliere generale dei   Giuseppini, che ci ha esposto nei  dettagli l’esortazione apostolica  di Papa Francesco “Amoris Laetitia” sulle tematiche più discusse, e sulla cresta dell’onda di ogni giornale, riguardanti la famiglia e le varie tipologie di “famiglia” (se così possiamo dire) che si presentano e che fanno molto riflettere ai giorni nostri. La festa del Murialdo, con solenne concelebrazione presieduta da p. Tullio e dai confratelli, ha suscitato tanto amore per un santo della misericordia. A dare ancora entusiasmo alla festa ci ha favorito il Coro Gospel di Ponte della Priula che ci ha introdotto nella musicalità tipicamente del Sud degli Stati Uniti, por-tandoci a gustare nel profondo temi, parole e note spirituali proprio come il Gospel sa egregiamente fare. Insomma, possiamo dire che la preghiera resta sem-pre al primo posto come “nutri-mento dell’anima”, è qualcosa d’importante, essenziale, che nella nostra semplicità ed umiltà parrocchiale non dimentichiamo mai di portare avanti. Sempre a gloria di Dio. Sempre con il cuo-re rivolto anche a Maria e a San Leonardo Murialdo. Q Carlo Molinari Vita Giuseppina 5 O 2016 FLASH DI VITA P. Giuliano Pini festeggia 40 anni di sacerdozio Grande gioia e clima di festa domenica fine marzo nella parrocchia dei SS. Martino e Rosa di Conegliano.  Nella comunità è giunto in visita p. Giuliano Pini, il missionario che per diversi anni è stato cappellano nel-la parrocchia. In Italia da qualche tempo per motivi di salute, ora in fase riabilitativa. Ha festeggiato i 40 anni di sacerdozio di cui 28 trascorsi in terra d’Africa. Dopo la Santa Messa concelebrata con il parroco, p. Guglielmo, ed il pranzo comunitario, nel pomeriggio ha raccontato, alle numerose persone interve-nute, la sua esperienza missionaria. Il giorno dopo ha parlato anche agli studenti di una classe prima del liceo Scientifico G.Marconi di Conegliano. conegliano Gli scout e i Giuseppini a Conegliano Il Gruppo Scout Conegliano 1 è nato nella Parrocchia dei Santi Martino e Rosa, gestita dai PP. Giuseppini sin dal 1923, il 20 marzo 1926 con il Reparto Scout “I Murialdini”, che iniziava subito la sua attività. Già nello stesso anno faceva il suo primo campo estivo a Cortina d’Ampezzo. Dopo la buia pausa fascista il gruppo ha ripreso la sua attività nel 1945, sempre presso i Giusep-pini, tanto che il Parroco p. Remigio Burello ne è stato per un po’ di tempo anche il Capo Gruppo. Poi, grazie al lavoro instancabile soprattutto dei 4 fratelli Vanzella, il Gruppo si è consolidato e ampliato, è stato affiancato pri-ma dal Gruppo AGI, con il quale si è fuso nel 1974, ha dato vita ad un’altra realtà presso la Parrocchia di San Pio X, che tuttora continua l’attività con Branco, Reparto, Clan e Comunità Capi. Nell’originaria sede di San Martino è stata restaurata la sede del Clan da parte di un gruppo di vecchi scout e in Parrocchia, a ottobre, si festeggerà il 90° di fondazione con tutti  gli scout attuali e passati, con gli assistenti ecclesiastici e gli amici  che vorranno far festa anche per i 100 anni dello scoutismo italia- no.  Nelle foto: la fondazione del gruppo nel 1926 e il Reparto con il Vescovo Albino Luciani e il parroco p. Remigio Burello nel 1960.